\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Ancora su Opera
Di Daniele (del 23/02/2007 @ 11:50:55, in media, visitato 1850 volte)

caro fabrizio, ti mando il link a due articoli apparsi ieri sul manifesto....
un abbraccio!
daniele

assemblea
Dopo Opera, è difficile guardarsi allo specchio
Gad Lerner chiama Milano a discutere del caso Opera
gli zingari cacciati da Opera cercando soluzioni pratiche per uscire almeno dall'emergenza. Molto più complicato comprendere perché sia stato possibile che un gruppo di cittadini abbia saputo fare comunità in nome dell'odio e abbia vinto. E infatti la domanda è rimasta inevasa
Luca Fazio
Giorgio Salvetti
L'altra sera, nella sala della Provincia di Milano, Gad Lerner, l'unico volto noto del giornalismo italiano che ha compreso tutta la gravità del caso Opera - «quando i rom hanno deciso di scappare, quel giorno si è consumata una sconfitta dell'umanità» - avrebbe potuto introdurre il dibattito da lui convocato parafrasando John Lennon: «Quelli in prima fila possono far tintinnare i gioielli, gli altri in fondo possono anche battere le mani». La platea, chiamata a riflettere sul perché nessuno ha impedito che un gruppo di razzisti aggredisse 70 rom, fra cui 37 bambini che vanno a scuola, pur senza poter [continua]

Profondo nord
La metamorfosi padana nasce dal senso perduto dell'esistenza
Marco Revelli
I 60 rom che erano stati ospitati nel campo provvisorio di Opera, alle porte di Milano, «stanchi di insulti», se ne sono andati via, e non vi torneranno più. «E' [continua]