\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Presidio a Opera (MI)
Di Fabrizio (del 22/12/2006 @ 22:14:02, in Italia, visitato 1452 volte)

Ricevo da Luciano Muhlbauer

Cari/e

avrete saputo cosa è successo a Opera, dove sono state incendiate le tende allestite per accogliere i rom sgomberati da via Ripamonti. E mi pare superfluo argomentare la gravità di questi atti squadristi.

Sotto trovate una comunicazione proveniente da Opera, che invita a partecipare a un pranzo di solidarietà domani 23 dicembre nell'area dove si sistemeranno i rom. Per ora a Opera si stanno mobilitando la Casa della Carità e la Cgil, che organizzano anche il pranzo di domani.

L'invito è quindi di far girare il più possibile questa nota e possibilmente di partecipare all'iniziativa:

23 dicembre - ore 12.00
Opera - area dove verranno sistemate tende
da Milano in macchina: Via Ripamonti - SS 412 - prima uscita per Opera "Opera centro" - alla prima rotonda, girare a destra.
Attenzione: ci dicono che potrebbero esserci presidi anti-rom da quelle parti.


un abbraccio
Luciano Muhlbauer


FATE GIRARE E PARTECIPATE GRAZIE
OPERA: MANIFESTAZIONE CONTRO IL CAMPO PROVVISORIO PER ROM:
INCENDIATE LE TENDE APPENA ALLESTITE
SABATO PARTECIPIAMO AL PRANZO AL CAMPO CON DON COLMEGNA


Ieri sera Opera è stata teatro di gravi manifestazioni xenofobe.

In seguito all' improvviso sgombero di un centinaio di cittadini rom ( tra cui una trentina di bambini) dalle baracche di via Ripamonti, nello scorso fine settimana erano stati avviati lavori per un campo provvisorio in territorio di Milano al confine con il quartiere residenziale Noverasco di Opera, nelle vicinanze di una casa di riposo.

Il Comune di Opera, che non era stato informato, ha segnalato che l' area non era idonea e data l' emergenza umanitaria ha offerto la propria disponibilità ad un protocollo di intesa con Prefettura, Provincia e Comune di Milano per creare un campo provvisorio- per alcuni mesi- in un area in territorio di Opera utilizzata per i circhi. La gestione è affidata allla Casa dell' accoglienza di Don Colmegna che attualmente ospita una parte dei rom , mentre altri sono nel dormitorio di viale ortles.

La Provincia è intervenuta immediatamente, ieri erano state montate le tende.

Ieri sera era previsto un consiglio comunale. Il Sindaco si è reso disponibile a discutere ad inizio seduta del problema ma la discussione non è potuta avvenire per il clima di forte tensione da parte del pubblico, sia nel palazzo comunale che all' esterno, incitata da esponenti di destra e della lega .

Un numeroso gruppo si è recato al campo e poco dopo le tende sono state incendiate. Quindi la via principale di attraversamento di opera è stata bloccata dai manifestanti anche con una tenda messa di traverso che impediva il passaggio ai pullman, mentre si minacciava di andare immediatamente sotto casa del sindaco e di riprendere la protesta venerdì . Numerosi cittadini "comuni" osservavano ed approvavano, l' arrivo delle telecamere di rai e tg 5 ha dato nuovo impulso alle proteste. L' arrivo di ulteriori forze di polizia ha calmato la situazione che si è normalizzata verso mezzanotte e mezza .

Nel frattempo l' amministrazione ha tenuto una riunione dei consiglieri di maggioranza con l' arrivo di resenza di rappresentanti della Provincia (l' Ass. Corso) e Don Colmegna .

Si è deciso innanzitutto di fare una iniziativa sabato 23, con un pranzo di solididarietà nell' area del campo cui parteciperanno anche i rom, con l' intenzione di favorendo il superamento dei pregiudizi .

Tutti coloro che vogliono partecipare all' insegna della nonviolenza e della sono invitati.

E' importante sostenere quanti sono impegnati nel risolvere i problemi di questa famiglie e respingere il crescere della xenofobia.

Per cortesia fate girare

Grazie