\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Messaggi di solidarieta' tra Porajmos e Hiroshima
Di Fabrizio (del 03/08/2013 @ 09:09:46, in conflitti, visitato 1047 volte)

Da Roma_Daily_News

30/07/2013 - Con l'emozione di chi da bambino subì i blitz su Londra, durante cui perirono 40.000 civili sotto i bombardamenti, aerei teleguidati e i primi attacchi balistici di missili, desidero esprimere a voi riuniti a Hiroshima la nostra sincera solidarietà, nella comune posizione che ci unisce contro la guerra e ogni tipo di stragi e genocidi.

I bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki furono un crimine contro tutta l'umanità e mai devono essere dimenticati e ripetersi.

Come risultato dell'ascesa del nazismo in Germania nel 1933, i Rom ebbero oltre 500.000 morti sino al 1945. Quanto vediamo e temiamo oggi è un ritorno dello stesso insensato razzismo, intolleranza, la medesima denigrazione nei media, l'adozione di politiche di espulsioni, sgomberi e deportazioni che caratterizzarono il cosiddetto "Nuovo Ordine" in Europa sotto il fascismo. Se questa buia tendenza non viene fermata, può solo portare a un secondo Porajmos, un secondo genocidio.

Siamo quindi orgogliosi di essere associati con voi tutti in Giappone, oggi che lottate per la pace, tolleranza e armonia tra i popoli del mondo. Anche sapendo che questa sia una meta lontana, è nostro desiderio che, collegati per la prima volta con voi, ora possiamo andare avanti assieme, facendoci coraggio e compagnia in solidarietà, amando la strada che abbiamo scelto con fermezza, e che mai abbandoneremo.

Grattan Puxon
8 April Movement
Presidium member
International Romani Union


Vorremmo dedicare le nostre sincere condoglianze a tutte le vittime di guerre brutali, e mandare il nostro messaggio di solidarietà a tutti quanti sono convenuti a Londra per ricordare le vittime sinte e rom dell'Olocausto.

Il 6 agosto 1945, la bomba atomica fu sganciata su Hiroshima e uccise in un colpo solo 200.000 persone. Hiroshima osserva ora il 68° anniversario di quella giornata. In quella stessa Hiroshima stiamo tenendo la manifestazione in memoria delle vittime dell'Olocausto, assieme alle organizzazioni partner: il Movimento Internazionale Contro Tutte le Forme di Discriminazione e il Racism--Japan Committtee (IMADR-JC).

Oggi in Giappone alcuni politici e gruppi di destra propagandano più apertamente le loro teorie negazioniste sui fatti del massacro di Nanchino o giustificano il sistema delle "schiavi del sesso per i militari", opera entrambe dell'esercito giapponese durante la II guerra mondiale.

Tutti noi sappiamo che ogni tentativo di negare i fatti storici o di cancellare la memoria, riporterebbero il mondo e l'umanità ad una situazione critica e pericolosa. E' giunto per noi il momento di entrare in azione perché non scoppino più guerre e per sradicare tutte le forme di discriminazione, inclusa il peggioramento della situazione discriminante per i Rom in Europa. Ognuno di noi in quanto singola persona è piccola, ma non impotente. Facciamo uno sforzo per realizzare un mondo che rispetti la dignità umana per tutti.

2 agosto, 2013
Kazufumi Oki
Chairperson
Hiroshima Organizing Committee for the Realization of the UDHR
(Universal Declaration of Human Rights)

Kinhide Mushakoji
President
IMADR