\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Gran Bretagna
Di Fabrizio (del 22/02/2013 @ 09:09:21, in Europa, visitato 1198 volte)

Il consiglio che spese 7 milioni di sterline per sgomberare i traveller da Dale Farm, vorrebbe costruire il nuovo campo a meno di 800 metri - By JAMES RUSH - PUBLISHED: 15:22 GMT, 11 February 2013

  • Il consiglio di Basildon diceva di non voler premiare le azioni illegali
  • Dal 2001 le autorità sono state coinvolte in 10 anni di battaglie legali
  • A ottobre 2011 spesi 7 milioni di sterline per sgomberare il sito di Dale Farm

Il consiglio che ha speso oltre 7 milioni di sterline per sgomberare il campo traveller di Dale Farm, finisce nel mirino per aver dato via libera ad un nuovo sito posto sul lato opposto della strada.

Il consiglio di Basildon si è trovato coinvolto in una battaglia legale decennale dal 2001, dopo che ai traveller venne consentito di espandersi illegalmente in un ex discarica a Crays Hill, Essex.

    (Oltre alle spese per lo sgombero, la battaglia legale su Dale Farm è costata alla comunità di Basildon ben 18 milioni di sterline, lievitati ad oltre 20 dopo lo sgombero di ottobre. Sulle tante questioni legali del terreno occupato e della sua destinazione d'uso, vedi questi articoli precedenti: Uno, Due, Tre, Quattro, Cinque, Sei. ndr.)

Ma dopo aver speso milioni in un durissimo sgombero ad ottobre 2011, i consiglieri hanno ora approvato un nuovo sito di sosta, situato a neanche 800 metri di distanza.

Progetto: il consiglio di Basildon Council ha approvato un nuovo sito per travweller (cerchiato in rosso) ad appena 800 metri da Dale Farm  (perimetrato in blu)

Sfrattati: I traveller continuano a vivere in un viottolo che conduce ai sei acri del sito di Dale Farm, a oltre 15 mesi dallo sgombero

Scontri hanno infiammato gli animi durante lo sgombero di ottobre 2011

Le autorità hanno difeso la loro azione odierna, negando che i traveller siano stati premiati per la loro illegalità.

Len Gridley, 53 anni - da oltre dieci vive accanto a Dale Farm, è sbottato:

"I conti non tornano! Si parla di costruire un mini-sito, quando tutti sanno che ci sono oltre 20 carovane sistemate sulla strada che porta a Dale Farm o da quelle parti. Il consiglio sta spostando il problema senza volerlo risolvere. Non accettano di aver affrontato in maniera pessima il problema con lo sgombero, ed ora stanno nascondendo i loro risultati sotto il tappeto."

Costoso: Lo sgombero di ottobre 2011 è costato al consiglio di Basildon 7 milioni di sterline

Violenze: lo sgombero ha visto oltre 300 poliziotti in tenuta antisommossa e centinaia di ufficiali giudiziari impegnati nell'ex discarica in un operazione di prima mattina, che ha portato a scontri sanguinosi e violenti

Revisione: E' atteso per fine mese un rapporto dell'Agenzia per l'Ambiente sui contaminanti pericolosi a Dale Farm

"Dale Farm è in condizioni peggiori di quando ci vivevano illegalmente i traveller."

I traveller continuano a vivere illegalmente in una strada chiusa accanto a Dale Farm, ad oltre 15 mesi dallo sgombero.

Nei prossimi mesi è atteso un rapporto dell'Agenzia per l'Ambiente sui contaminanti pericolosi - inclusi amianti e olii industriali.

Vista aerea del sito di Dale Farm, prima dello sgombero di ottobre 2011. L'area illegale abbandonata è marcata in rosso

I progetti approvati per il nuovo sito includono 15 piazzole per carovane doppie, in una proprietà governativa su terreno incolto ad appena mezzo miglio di distanza, a Gardiners Lane South, Basildon.

Il piano, approvato giovedì dalla maggioranza del consiglio, potrebbe ospitare non oltre 80 traveller, che attualmente vivono in carovane all'ingresso del sito illegale.

Vista aerea di Dale Farm, per cui il consiglio di Basildon ha spento 7 milioni di sterline per sgomberare i traveller ad ottobre 2011

Toni Ball, leader del consiglio di Basildon, ha detto:

"Vorrei ripetere che questo sito non è una soluzione alla questione di Oak Lane, dove i traveller stanno tuttora vivendo illegalmente, mentre i posti verranno assegnati in base alle esigenze locali. Non siamo qui a premiare chi si è comportato illegalmente. Da sempre siamo impegnati a lavorare con le comunità zingare e traveller, per trovare luoghi adatti dove possano vivere, come ogni altro settore della comunità. E' importante aver lavorato in accordo con la Home and Communities Agency (HCA) e gli sviluppatori, per essere sicuri che questo sito sia avviato correttamente e che le piazzole siano assegnate sulla base delle necessità. Vogliamo prendere il terreno in affitto dalla HCA e subaffittarla poi alla Home Space Sustainable Accommodation (HSSA), per mantenere il controllo del sito."

Il piano approvato include 15 piazzole per due carovane ognuna, su un terreno governativo incolto