\\ Mahalla : Articolo : Stampa
sul termine Mahala
Di Fabrizio (del 20/12/2005 @ 08:54:53, in blog, visitato 1943 volte)

Recentemente ho scritto ad Ahmed Almezayen (ve lo ricordate?), che voleva qualche informazione sul significato del nome Mahalla in Europa.

Tempo fa, anche Terry me ne aveva chieste e le avevo scritto:
...quei quartieri risalgono all'impero ottomano, e esistevano in tutto il loro dominio. Una che esiste tuttora, anche se ne ha perso il nome, è a Gerusalemme, presso la Porta del Leone, mi pare. E a Istambul c'è ancora a Sukulele lo storico quartiere dei Rom. Sono/erano quartieri a forte composizione etnica, non escludo che col tempo ci siano stati dei rimescolamenti, tieni anche conto che in tutta l'Europa dell'Est (quindi anche fuori dagli ex dominii turchi), negli anni '50/'60 ai Rom erano state assegnate anche case popolari nelle città più grandi e che spesso le varie etnie si sono mescolate tra loro, almeno fino alla fine degli anni '80, quando riapparvero le divisioni etniche e nazionaliste.
Quindi, Mahala non ce ne sono in Italia. In centro Italia, i Rom Abruzzesi sono "inurbati" da decenni, e attorno agli anni 60/70 a Vasto, Lanciano ecc. c'erano quartieri abitati prevalemente da loro. Ultimamente, si è tentato di superare questa mentalità da "ghetto", suddividendo la loro presenza nei diversi quartieri.

Ma torniamo ad Ahmed, che mi scrive:
Grazie, aggiungo alcune informazioni:
1) Mahala è una parola originaria araba, adoperata per indicare piccole città;
2) In Egitto esiste una grande metropoli che si chiama Al-Mahala Al-Kobra (letteralmente: La Grande Mahala).
Un saluto
Ahmed