\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Francia
Di Fabrizio (del 19/01/2011 @ 09:17:30, in Europa, visitato 1365 volte)

Da Roma_Francais

Laprovence.com Una non-Rom ed una Rom dicono Dosta! Foto di Noémie Michel scattata ad Arles

Dosta in romanes vuol dire basta. Uno slogan che suona oggi come un grido di rivolta. L'idea è partita da Arles e dovrebbe allargarsi nei prossimi giorni a molte città francesi, tra cui Marsiglia. "Ci siamo resi conto che le proteste e le petizioni non servivano a niente di fronte alla politica di odio instillata dopo il triste discorso di Grenoble che ha stigmatizzato questa popolazione", sottolinea Tieri Breit. E' da due anni editore ad Arles di libri fotografici per bambini, ed utilizzerà le sue conoscenze per fare resistenza alle molestie e all'esclusione sofferte da tutto un popolo.

Indignazione

L'idea è di mettere sotto il naso dei cittadini immagini, ben visibili nel loro formato poster a grandezza naturale. Una foto rappresenta davanti ad una porta una Rom ed una non-rom con un pannello che riporta la parola Dosta. "E' simbolico, la porta marca la soglia, si entra o si resta fuori. Ed inoltre in pochi conoscono la parola Dosta, che li interroga", prosegue Tieri Briet. Queste foto saranno in un secondo tempo affisse sui muri delle città dove i Rom sono perseguitati ed esclusi. "Queste presenze umane, solidali, affisse sui muri di una città potranno formare poco a poco una popolazione che rifiuta in silenzio una violenza fatta ad un popolo che non ha né frontiere, né esercito". Humaniatrium (sostenuta da numerose associazioni tra cui quella della gens du voyage Samudaripen) realizzerà 60 copie di personaggi in 4 regioni della Francia. Ed è già stata contattata da cittadini inglesi, italiani o spagnoli che anche loro vogliono mostrare la loro indignazione.

Jean-Luc PARPALEIX (jlparpaleix@laprovence-presse.fr)