\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Arpinova: continua il calvario dei Rom macedoni
Di Fabrizio (del 26/09/2010 @ 09:12:03, in Europa, visitato 1457 volte)

Le condizioni di vita a cui sono obbligati i Rom Macedoni, la lunga storia dei pregiudizi e dalle intolleranze razziste, la segregazione e l'emarginazione fuori centro abitato, tutto ciò ha contribuito a farne un archetipo della "repulsione", cioè a presentarli a gran parte delle società ospitanti come coloro che si devono odiare.

Per salvare i Rom Macedoni dai disagi della non convivenza e da un degrado che assomiglia sempre più allo stesso sterminio culturale di tutti i popoli minoritari, si sono levate voci autorevoli del Mondo della Cultura europea: ultimo Gunther Grass che ha creato una Fondazione per il Popolo Rom a Lubecca, in Germania.

Ad Arpinova (FG), i Rom Macedoni convivono con sporcizia dimenticata dall'AMICA, con topi grandi come gatti senza disinfestazione, neanche un solo bagno (tutti all'aria aperta con tutti i rischi), acqua corrente à singhiozzo (così, nessuno si lava a dovere), 15 famiglie abbandonate nel degrado degno di un paese terremotato e disastrato etc…
I servizi sociali comunali dimenticano di visitare il campo per alleviare le sofferenze, consigliare le donne; soprattutto quelle sole; vigilare sull'igiene dei minori etc.

I 60 bambini tornati à scuola di ogni grado e ordine con i mezzi dell'ATAF ( Ma non hanno la possibilità di studiare al campo), rappresentano la speranza di un'etnia che soffre e chi pensa ad un'integrazione che tarda à concretizzarsi. Ma non hanno la possibilità di studiare al campo.

I Rom/Nomadi/Gitans sono poveri di sicurezze umane, costretti ogni giorno a fare i conti con la precarietà e l'incertezza del futuro. Proprio per questo approfondiscono il senso dell'ospitalità e della solidarietà e, contemporaneamente, si rafforzano nella fede e nella speranza.

Proprio per questo attendono gesti di ospitalità e di vera solidarietà senza cedere alla disperazione.

Dove è finita la solidarietà dei foggiani nella città di SS. Guglielmo e Pellegrino, di Genoveffa di Troia, di Padre Pio?

IL PRESIDENTE ACSI.
Habib SGHAIER.

ASSOCIAZIONE COMUNITA' STRANIERE IN ITALIA.
ASSOCIACION COMUNIDADES EXTRANJERAS EN ITALIA
ASSOCIACAO COMUNIDADES ETRANGERES da ITALIA
ASSOZIATION ITALIENSCHE GEMEINSCHAFTEN ETRANGERES
ASSOCIATION DES COMMUNAUTES ETRANGERES EN ITALIE
FOREIGN COMMUNITIES ASSOCIATION IN ITALY
SHOQATE KOMUNITET HUAJ NE ITALIA
ОБЕДИНЕНИЕ НА ЧУЖДЕСТРАННИТЕ ОБЩНОСТИ В ИТАЛИЯ
ОБЪЕДИНЕНИЕ ИННОСТРАННЫХ ОБЩНОСТЕЙ В ИТАЛИИ
ASOCIATIA COMUNITARIA A STRAINILOR IN ITALIA
Onlus

Via Federico Spera, 95/ 97 /99 – 71100 FOGGIA (Italy)
Tel. (39) 3497239108 - Fax:(39) 0881200015
Codice Fiscale - Partita IVA 01740400716 E-mail: “com.stran@yahoo.it