\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Svezia
Di Fabrizio (del 09/09/2010 @ 09:42:11, in Europa, visitato 1241 volte)

Da Roma_Daily_News

The Local

04/09/2010 - Il popolo rom è il più discriminato in Europa e la Svezia non fa eccezioni, ha sostenuto sabato il commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa.

Il commissario Thomas Hammarberg, e l'arcivescovo Ander Wejryd sostengono in un dibattito in seno al giornale Dagens Nyheter di sabato che la deportazione da parte della Svezia di 50 Rom cittadini UE rende evidente che il paese è complice della discriminazione in corso verso quel gruppo etnico.

Le deportazioni sono state difese dal ministro per le migrazioni Tobias Billström che ha sostenuto che le regole UE sulla libertà di movimento del lavoro non sono intese ad incoraggiare l'accattonaggio.

Hammarberg e Wejryd rispondono che le deportazioni sono avvenute nonostante un quadro legale non certo.

"Sono identificati come un pericolo alla società dai politici che cercano di guadagnare punti politici sulle richieste di una linea dura contro questo già vulnerabile gruppo. Sono soggetti ad arresto e deportazioni collettive."

Hammarberg e Wejryd hanno scritto che il crescente "anti-romanismo" dev'essere combattuto in tutto il continente europeo. Sostengono che i diritti legali dei Rom devono essere presi sul serio e che i loro diritti di cittadini della UE devono avere la stessa importanza degli altri cittadini UE.