\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Bulgaria
Di Fabrizio (del 27/09/2009 @ 09:39:14, in scuola, visitato 1657 volte)

Da Bulgarian_Roma

Con l'inizio dell'anno scolastico, il 15 settembre migliaia di bambini hanno iniziato le scuole in tutta la Bulgaria. Per molti studenti a Veliko Turnovo l'anno scolastico è iniziato grazie al lavoro del Centro Amalipe e del comune cittadino col progetto "Introdurre l'educazione interculturale ed il pari accesso nell'istruzione qualificata", finanziato dal Fondo Sociale Europeo attraverso il Programma Operativo per lo Sviluppo delle Risorse Umane. Otto bambini di Malki Chiflik (un villaggio situato a 5 km. da Veliko Turnovo) hanno iniziato il nuovo anno scolastico nella scuola Vela Blagoeva di Veliko Turnovo. Vestiti con abiti nuovi, con fiori nelle mani e sorrisi sui volti, accompagnati dai loro genitori sono entrati timidamente a scuola. La paura che i bambini bulgari non li accettassero non si è avverata. Gli insegnanti li hanno rapidamente aiutati a sentirsi a loro agio. avevano preparato per ogni studente una stella col suo nome e fatto in modo che ognuno dei nuovi trovasse degli amici nella nuova classe. Si è sciolta presto la paura dei genitori che i loro bambini fossero rifiutati "a causa della loro origine".

Distribuiti non più di due o tre bambini per classe, sono riusciti subito ad adattarsi e trovare nuovi amici. Il direttore Angel Yanchev aveva preparato in anticipo gli insegnanti nelle cui classi sarebbero andati i bambini rom. Gli insegnanti l'hanno invece vista come una sfida che avrebbe reso migliori i bambini, la scuola e loro stessi. [...] Il Centro Amalipe aveva organizzato proprio per loro un seminario per lavorare in un ambiente multiculturale. Tutto ciò non è stato facile da ottenere. Abbiamo lavorato col sindaco di Malki Chiflik, con i leader informali della comunità locale, con i genitore come col direttore della scuola Vela Blagoeva: altrimenti tutto ciò sarebbe stato impossibile. Il direttore ha compreso chiaramente che l'istruzione di tutti i bambini - Bulgari e Rom - è importante e anche se la sua scuola ha il 99% di alunni bulgari, ha deciso non solo di accogliere i bambini rom, ma anche di pagare col budget scolastico il loro trasporto a scuola con i bus. Durante i numerosi incontri che abbiamo organizzato con i genitori, questi hanno compreso che l'istruzione dei loro figli è importante, e come la scelta della miglior scuola a Veliko Turnovo fosse la chiave per il successo dei loro bambini. E' stato loro assicurato che i bambini sarebbero stati in un posto sicuro e che non sarebbero stati discriminati in quanto "zingari". Una volta ottenuta la loro confidenza sono diventati i più grandi sostenitori dell'istruzione per i loro bambini.

Il primo giorno di scuola è stata anche una grande sfida per 19 bambini di Vodoley. Ledenik e Balvan che hanno terminato a giugno le scuole primarie ed ora continuano la loro istruzione nelle scuole superiori a Veliko Turnovo. Questo risultato non è stato facile. L'istruzione secondaria è piuttosto un'eccezione per le comunità rom in questi villaggi e nessun genitore intendeva spendersi. Siamo passati attraverso numerosi incontri, visite e conversazioni con ogni genitore ed alla fine abbiamo organizzato - assieme alla Direzione dell'Istruzione di Veliko Turnovo, una visita a tutti i ginnasi professionali di Veliko Turnovo.

Ma il merito più grande va ai ragazzi stessi. E' per questo che abbiamo organizzato per loro una cerimonia alla scuola di Vodoley.

Abbiamo scelto Vodoley perché questi ragazzi sono stati i primi che (otto anni fa) hanno iniziato a studiare il folklore rom all'interno del programma del Centro Amalipe. Otto anni fa erano appena usciti dalle elementari, ma diedero credito alla nostra idea di scoprire pagina dopo pagina la ricchezza del folklore rom. Assieme a loro abbiamo sviluppato manuali e materiale scolastico per creare un ambiente scolastico sensibile ai bisogni di tutti. Ora, 8 anni dopo, tutti loro (con una eccezione) continueranno la loro istruzione nelle scuole superiori di Veliko Turnovo, la più grande prova del nostro comune successo.

Molti del villaggio di Vodoley hanno partecipato alla cerimonia: il direttore della scuola ed il sindaco di Vodoley, il presidente della Direzione dell'Istruzione di Veliko Turnovo, dozzine di genitori e molti altri amici che hanno appoggiato durante questi 8 anni i nostri sforzi di introdurre il soggetto del folklore rom. Lo spirito era davvero festivo e la festa sembrava un ballo di laurea. Naturalmente nel nostro stile: con Djelem Djelem e Sa e Roma (Hederlezi), con molti balli e canzoni bulgare e rom. La musica della banda rom "Dalas" di Vodoley e la passione di tutti gli ospiti e partecipanti l'hanno resa indimenticabile. Ho fiducia nel fatto che tutti gli studenti continueranno e termineranno la loro istruzione secondaria.

Se volete vedere com'erano e come sono gli studenti del corso, ecco un breve video.