\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Ungheria
Di Franco Bonalumi (del 17/04/2009 @ 09:47:39, in Europa, visitato 1475 volte)

Da Hungarian_Roma

7/4/2009 Autore: DPA

Budapest – La casa di un politico rom ungherese è stata data alle fiamme all’alba di Martedì, in quello che la polizia ritiene essere stato un attacco mirato. Il fatto ha avuto luogo a Tatarszentgyorgy, un villaggio a circa 40 kilometri dalla capitale, già teatro lo scorso Febbraio di un brutale omicidio.

I vigili del fuoco hanno riferito che una stanza della casa di Lodia Horvath, vice capo del Consiglio Rom locale, è stata completamente bruciata.

Al momento dell’incendio la casa era vuota: la Horvath stava prestando servizio presso una postazione di sorveglianza della comunità rom locale, istituita dopo l’omicidio di Febbraio.

La Horvath ha riferito all’agenzia nazionale per le notizie MTI che la comunità rom nel suo villaggio vive in un clima di paura costante.

Peter Papp, capo dell’unità di polizia criminale investigativa della contea, ha detto che i responsabili avrebbero utilizzato un qualche tipo di sostanza infiammabile per appiccare l’incendio.

Le fiamme sono divampate a poche centinaia di metri dalla casa dove un padre rom e suo figlio erano stati uccisi a colpi d’arma da fuoco in Febbraio, mentre fuggivano dalla loro casa presumibilmente data alle fiamme dagli assassini stessi.

Negli ultimi anni ci sono state oltre una dozzina di aggressioni con armi da fuoco, bottiglie molotov ed altre armi di vario tipo in Ungheria contro case di proprietà di Rom.