\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Gran Bretagna
Di Fabrizio (del 12/10/2008 @ 09:18:01, in Europa, visitato 1495 volte)

Da British_Roma (NOTA: importante per chi si occupa di salute e sanità)

6 ottobre 2008 09:00 - autore: Richard O'Neill L'allarmante livello delle ineguaglianze nella salute sperimentato dalle comunità viaggianti, può essere meglio compreso ed affrontato dai professionisti della sanità

La salute dei Rom e Viaggianti è più un racconto del terrore che una fiaba. Lo so in prima persona essendo nato e cresciuto in una caravan, che l'accesso ai servizi sanitari mentre si è sulla strada non è mai facile. In quattro decadi, poco è migliorato.

Studio dopo studio si dimostra che Rom e Viaggianti hanno la peggior situazione sanitari tra tutte le minoranze etniche, e la prova aneddotica che raccogliamo io ed i miei colleghi nei nostri viaggi mostra un quadro sempre peggiore.

Può essere anche peggio per gli uomini, che lasciano il servizio sanitario nel suo complesso, per reiscriversi quando è assolutamente necessario, di solito dopo un incidente o nell'emergenza. Un motivo di preoccupazione, certo - ma anche un'opportunità per affrontare una volta per tutte il problema.

"Spero che i servizi sanitari impieghino in futuro prossimo Rom e Viaggianti"

I professionisti della salute spesso mi chiedono come interagire con Rom e Viaggianti. Come iniziare e come rompere le barriere?

Per prima cosa dobbiamo capire perché ci sono quelle barriere - ed essere preparati a collaborare ed avere fiducia nella gente che sa dove sono i Viaggianti. Si spera che queste siano persone che precedentemente abbiano lavorato positivamente con le comunità, ed idealmente con quanti nella comunità sono stati coinvolti come legali od operatori sanitari stessi.

Dovrebbero sapere, per esempio, che ci sono più Rom e Viaggianti residenti in case che nelle carovane, e che questa gente nelle case spesso è trascurata in quanto effettivamente invisibile ai monitoraggi etnici.

Rom e Viaggianti hanno anche una lingua propria ed una profonda cultura. E' essenziale per chi intende lavorare con loro ricevere una formazione di consapevolezza culturale, e che gli stessi membri della comunità siano istruiti sulla cultura della vostra organizzazione, su quanto è possibile o no in termini di servizio e sul perché esistano determinati sistemi.

Tradizione orale

Anche pensare in modo differente la comunicazione è importane, è per questo che raccomando sempre di raccontare, perché è l'ideale per comunità dove la letteratura è tradizionalmente scarsa.

I livelli di cattiva informazione nella comunità sono spaventosamente alti. Per esempio, una credenza è che si possa prendere il cancro da qualcuno che lo ha già.  Un'altra è che chi è in condizione cronica, è al riparo dal trovarsi in un'altra.

Quando insegno come usare i racconti per lo sviluppo della comunicazione nelle organizzazioni, sottolineo come la comunicazione sia a due vie, bisogna ascoltare più che parlare. Questo significa che i legali e gli operatori sanitari Rom e Viaggianti possono raggiungere la consapevolezza dentro le loro comunità su quanto imparano dai professionisti della sanità.

Adesso ho due nuovi colleghi Rom Viaggianti che mi aiutano a far crescere la consapevolezza tra i professionisti della sanità e la comunità. Stuart Mounsey e Bobby O'Neill stanno facendo un lavoro approfondito parlando liberamente dei loro problemi sanitari - cancro e diabete - e su come queste condizioni ed i problemi che generano possano essere affrontati e gestiti positivamente. Parte del loro lavoro è spiegare come lavora l'NHS (Servizio Sanitario Nazionale ndr).

Stiamo compiendo progressi: entrambe queste persone sono rispettate e hanno la fiducia della comunità e così vengono trasmesse sempre più informazioni aggiornate. Storie sulla sopravvivenza e buone notizie dagli incontri con i professionisti della sanità stanno veramente facendo la differenza su come la salute ed i servizi sanitari siano recepiti.

I due uomini sono attualmente dei freelance, ma spero che un qualche servizio di pronto intervento possa prevedere di occupare un Rom Viaggiante in un futuro non molto distante.

Ma tutto questo fa differenza? Fiona Huntington, primaria specialista del miglioramento sanitario del pronto intervento di Cumbria, è convinta che lo faccia, assieme a Mr Mounsey, Mr O'Neill e me, ha condotto ad aprile due seminari formativi. Dice "C'è prova sensazionale delle ineguaglianze nella sanità di Rom e Viaggianti anche comparata a quella delle sezioni più svantaggiate della nostra popolazione."

"C'è anche un'estesa mancanza di comprensione sullo stile di vita dei viaggianti. I seminari hanno valore inestimabile per le autorità locali ed i colleghi di Cumbria. In generale il messaggio che ci hanno dato Rom e Viaggianti è di lavorare con loro e non per loro."

Mantenere una mente aperta

Ci sono diverse cose da ricordare quando si lavora con le comunità Rom e Viaggianti:

  • I Rom ed i Viaggianti Irlandesi sono entrambe riconosciti come minoranze etniche e dovrebbero essere parte del vostro Schema di Eguaglianza Razziale.
  • I Viaggianti sono visti tradizionalmente come difficili da raggiungere, ma sono facili da raggiungere per chi li conosce di già.
  • Essere culturalmente consapevoli risparmia tempo ed imbarazzo ad entrambe le parti.
  • Il crescere della consapevolezza è un processo a due vie.
  • Radunare i gruppi in sedute informali e scambiare storie sulla salute è un buon modo per rompere i pregiudizi.
  • Non abbandonate se nessuno nella vostra organizzazione ha mai lavorato con successo assieme a Rom e Viaggianti. Può essere una grande opportunità per iniziare con candidati volonterosi.
  • Gli opuscoli sono un buon modo per far conoscere il vostro messaggio, ma per persone con basso tasso di istruzione devono avere più immagini che parole.
  • Mantenere gli appuntamenti può essere più difficile per la gente viaggiante. Ricordatelo con un messaggio scritto.
  • Se il vostro progetto è a breve termine,siate sicure di tenere informate le comunità, anche se solo con una telefonata occasionale.
  • E' sempre bene modellare buone pratiche, ma Rom e Viaggianti possono essere molto differenti in ciascuna area, E' per questo che la conoscenza specialistica può essere meglio dell'avere 30.000 opuscoli culturalmente inappropriati che prendono la polvere in ufficio. Per esempio, sapevate che i Viaggianti irlandesi ed i Rom inglesi hanno due lingue differenti?
  • Mantenete la mente aperta, ricevete l'informazione corretta da chi lavora sul campo, programmate e rendetevi conto che Rom e Viaggianti sono molto differenti sotto diversi aspetti, ma d'altra parte sono simili per come vogliono essere trattati, con la stessa cura e rispetto che chiunque altro vorrebbe.

Altre informazioni:

The Health Status of Gypsies and Travellers in England, 2004 (pdf in inglese)