\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Francia
Di Fabrizio (del 24/09/2008 @ 09:27:33, in Europa, visitato 1255 volte)

Da Roma_Francais

La tribune du Blogueur de la semaine - Questa settimana la parola a Jean-Pierre Dacheux : "Sapere infine chi sono i Rrom*"

Jean-Pierre Dacheux - Photo : D.R Per ulteriori informazioni, consultate il sito dell'associazione Romeurope.

Il summit di Bruxelles sui Rrom avrà avuto questo vantaggio: far parlare di un popolo sconosciuto: Quanto ai risultati positivi, si dovrà attendere. La creazione di una "piattaforma sull'inclusione dei Rrom, annunciata da José Manuel Barroso, non apporta niente di nuovo, quando si vuole sotterrare una domanda imbarazzante, si crea una commissione.

Diversi testi sui Rrom, molto positivi, sono stati votati dal Parlamento Europeo, sin dal 2005. Restano senza effetti sulle politiche degli Stati! La più numerosa tra tutte le minoranze culturali (oltre dieci milioni di persone) non vede riconosciuta la sua dimensione europea. Le idee ricevute continuano a propagarsi, soprattutto questa: i Rrom sarebbero nomadi! Tuttavia, in Europa sono sedentarizzati oltre il 90%. Anche in Francia dove l'abitazione mobile è utilizzata più che altrove, meno della metà dei circa 400.000 zigani francesi si muovono in carovane (e non tutto l'anno)!

La confusione tra gli Zigani di Francia e gli Zigani in Francia è costante. Gli Zigani francesi vogliono essere interamente dei francesi (con carta d'identità nazionale, poter votare dopo sei mesi dall'installazione e non dopo tre anni, avendo, se viaggiano, il diritto di fermarsi come quello di risiedere, potendo usufruire dell' indennità d'alloggio se pagano una tassa d' abitazione, ecc.).

Gli Zigani stranieri, soprattutto i rumeni, poco numerosi in Francia (meno di 10.000 persone) vogliono, loro, essere completamente europei. Presenti in Europa dal XIV secolo, i Rrom non possono essere considerati come degli immigrati! La presa delle loro impronte, in Francia come in Italia, costituirebbe un atto di antropometria razzista. Vaclav Havel diceva che si riconosce il livello di democrazia di un popolo da come tratta i Rom, uomini tra gli uomini. La loro sorte e la nostra sono ben legate.

* "Rrom" è una parola della lingua rromanì; vuol dire "uomo". "Rom è il termine politicamente corretto in uso nelle istanze europee.
"Zigano" è un termine d'uso corrente preso gli etnologi (è peggiorativo nell'Europa dell'Est). "Gens du voyage" è un'espressione amministrativa che esiste solo in Francia.

Jean-Pierre Dacheux, è membro dell'associazione Romeurope ed autore di una tesi di dottorato in filosofia su "Les interpellations tsiganes de la philosophie des Lumières".