\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Profondo Rom (VIII)
Di Fabrizio (del 12/08/2005 @ 17:33:53, in Kumpanija, visitato 2496 volte)

Dunque, TIKLA è stato anche un guaritore:

Eh sì, brava gente, anche questa volta il Diavolo mi aveva fatto una proposta dove non avevo niente da perdere, se non dimenticare per un po' la fame e la miseria.

Andai nella piazza del paese e mi misi a gridare:

"Gente, ascoltatemi. Non dovete più aver paura della morte e delle malattie. Ci sono io, Tikla, che vi guarisce con lo sguardo. Forza, fatevi avanti"

Il primo fu un uomo che aveva la moglie che da tempo era stesa a letto. Gli chiesi di portarmi nella stanza. La donna aveva gli occhi chiusi. Ma il Diavolo, visibile soltanto da me, si era posto alla cima del letto. Sorrisi a quell'uomo.

"Non temere, tua moglie dorme ma presto si alzerà e sarà guarita completamente"

Difatti, improvvisamente come si era ammalata, la donna l'indomani si alzò dal letto, perfettamente in salute. La mia fama, si sparse ben presto nei dintorni, io al solito entravo in casa e guardavo dove si era messo il Diavolo. Che,devo dirlo, fu di parola e non mi fece mai scherzi. Così, cominciarono anche a litigarsi la mia presenza e ne approfittai per farmi ben pagare. Certo, qualche volta, il Diavolo si metteva ai piedi del letto, e allora dovevo dire che purtroppo non c'era niente da fare.

Ma, amici miei, dovete sapere che anche se il Diavolo era stato corretto e generoso nei miei confronti, mi stava lo stesso preparando una sorpresa. Lui, conosce bene noi uomini, con le nostre passioni e le nostre debolezze. Proprio nel momento che la mia fama era al massimo, giunse anche al re notizia delle mie capacità. In qualsiasi altro momento, mi avrebbe fatto arrestare con l'accusa di stregoneria, ma non se sua figlia era gravemente malata,e nessun dottore era riuscito a curarla.

La figlia del re, era la più bella ragazza che avessi mai visto.Mi ricordo ancora come se fosse oggi, che mi incantai a guardare quella grazia e quella delicatezza reali. E mi ricordo, la disperazione che mi prese, quando vidi una figura conosciuta, ma visibile solo a me... ai piedi del letto. Il Diavolo aveva deciso che la principessina sarebbe morta.

Niente, ogni volta che ci penso mi commuovo ancora : - ( . Non me la sento più di continuare. Portate pazienza alla prossima puntata.

Nel frattempo:

Aggiornamenti da zio Kalderosh

Ciao nipoti e ciao kumpanja tutta! Qui in Svizzera è tutto pulito e ordinato,che sembra di essere al campo del Poderaccio. Fa un po' freschino la sera, ma vi assicuro che NEMA PROBLEMA ; - )

Vi piace la foto? E' la zietta vostra : - ) davanti al nostro chalet. Purtroppo, le montagne son venute male male. Dev'essere colpa della slikka.

Kako Kalderosh

PS: ho sentito di Xavier e non vorrei che facesse altri guai. Quindi, stavolta il francobollo lo tengo io!! Comunque, torniamo presto, che la zietta vuole presentarmi ai genitori, sono carabinieri loro pure... SPEREM!