\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Repubblica Ceca
Di Fabrizio (del 30/06/2008 @ 09:13:53, in conflitti, visitato 1236 volte)

Da Czech_Roma

25-06-2008 di Dominik Jun - Diversi genitori Rom hanno preso una drastica decisione nella città di Karlovy Vary. Piuttosto che mandare i loro bambini in una scuola "controllata" da un gruppo paramilitare di estrema destra, preferiscono tenerli a casa.

Una scuola elementare di Karlovy Vary è diventata scena di un dramma insolito. Diversi attacchi ai bambini bianchi da parte dei Rom che vivono in un vicino ostello, hanno portato un partito di estrema destra, il Partito Nazionale, a formare una "Guardia Nazionale" per proteggere la scuola. Anche la polizia sta controllando la scuola, anche se a distanza. Adesso, i Rom della comunità hanno dichiarato che pure loro formeranno una pattuglia sociale per controllare l'auto nominata "Guardia Nazionale".

Nel frattempo, diversi genitori Romani hanno ritirato i loro bambini da scuola per paura di esacerbare le attuali tensioni. Milan Kovác è vice presidente del Gruppo Civico Rom di Karlovy Vary. Gli ho chiesto di spiegarmi cosa c'è dietro questa situazione:

"Nessun reclamo è stato presentato al consiglio cittadino su gente di questo insediamento che stia nocendo a qualcuno o distruggendo la proprietà. E anche la polizia ceca non ha osservato niente di particolarmente spiacevole - ciò significa che là non sta succedendo niente - qualcuno lo ha composto. La "Guardia Nazionale" è andata tra le case e distribuito volantini, così il punto è che si stavano agitando."

E cos'è realmente la cosiddetta Guardia Nazionale?

"Questa Guardia Nazionale è una creazione del Partito Nazionale, che è un partito che ha ricevuto appena lo 0,17% alle ultime elezioni. Facendo così, stanno solo tentando di rendersi più visibili. I media sono balzati su questa storia e per tutta la settimana ci hanno attaccato con falsità, disinformazione e hanno messo in bocca ai leader della nostra organizzazione parole mai dette. Tutto ciò sta dando pubblicità alla Guardia Nazionale."

"Sia che sia vero o no, ci sono stati alcuni genitori bianchi che hanno espresso gratitudine per la controversa ronda. Il crimine è un problema particolare tra le comunità Rom povere e molti Cechi bianchi si sentono spaventati. Tuttavia critiche di questo genere ai vigilantes fanno sì che la cosiddetta "Guardia Nazionale" sfrutti i pregiudizi razziali per rendere peggiore la situazione. Ma sinora, non hanno infranto nessuna legge - non hanno attaccato nessuno e dicono si essere disarmati. Ma in effetti lo sono, perché portano dei coltelli. Tuttavia, se non infrangi la legge, allora la polizia non può fare niente, ma hanno messo lo stesso dei poliziotti in incognito per controllare la situazione."

Chiaramente, misure estreme sembrano quasi normali in tempi di paura intensificata. Ma è da vedere se le comunità locali, i gruppi civici ed anche i media agiranno responsabilmente per promuovere l'integrazione a Karlovy Vary piuttosto che la segregazione.