\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Albania
Di Fabrizio (del 07/11/2007 @ 09:26:48, in Europa, visitato 1855 volte)

Rapporto sulla Violazione dei diritti basici del popolo Rrom
Presentato al Commissario per i Diritti Umani del Consiglio d'Europa

Secondo la Costituzione Albanese, ogni membro della minoranza Rrom che viva in Albania ha i medesimi diritti di qualsiasi altro cittadino albanese; questo è previsto nelle altre Legislazioni supplementari.

Questa minoranza culturale ha pure il supporto delle disposizioni del Consiglio d'Europa che tratta i diritti delle minoranze e la carta linguistica sulle minoranze regionali, ciò significa che esiste l'intera struttura legale che sanziona i diritti e la libertà fondamentali per quanto riguarda minoranza dei Rrom.

A fianco dei forum europei che monitorano i diritti della minoranza Rrom sono stati inviati rapporti, raccomandazioni e note, poste anche delle condizioni, cercando di ottenere l'attenzione del Governo Albanese e far presente che questi diritti non sono attualmente realtà. Tutte le volte che ai differenti Governi è stato chiesto di fare reali questi diritti, questa cosa è prevista come un termine per quanto riguarda l'applicazione della Repubblica di Albania nel corso dell'associazione e della stabilizzazione, nel senso verso Comunità Europea.

Esistono e perdurano differenti progetti, sostenuti finanziariamente. Tentano di materializzare in realtà i diritti e le libertà fondamentali riguardo la minoranza Rrom in Albania. Possiamo menzionare qui il Patto di Stabilità o il Decennio dei Rrom. Il Governo Albanese è spinto dal Consiglio d'Europa nel disegnare ed approvare la strategia nazionale riguardo la minoranza Rrom. Quel documento riflette le attività per raggiungere le priorità in differenti campi dove basicamente è motivato il rispetto dei diritti della minoranza Rrom.

Nonostante la realtà non sia cambiata, la vita ed il lavoro di quelle persone a volte è peggiorata a causa dei gravi problemi sollevati. Tuttora i Rrom rappresentano lo strato meno favorito della società che ancora rifiuta i diritti in campi come:

Il diritto all'educazione

Anche ora dopo 15 anni di democrazia scontiamo la mancanza di "un'intelligenzia" Rrom e di persone diplomate. La percentuale di analfabetismo nella minoranza Rrom è superiore all'80%.

Solo 7 Rrom frequentano l'università, ce ne sono 11 che frequentano la scuola secondaria, su di una popolazione che si stima approssimatamente in 120.000 persone.

Soffriamo la mancanza di insegnanti Rrom nelle scuole pubbliche costruite nelle aree di residenza dei Rrom.

Una grave situazione è rappresentata dalla selezione che frequentemente dipende da diversi insegnanti nei 9 anni di scuola primaria che non vogliono scolari Rrom nelle loro classi. Frequentemente la loro comunicazione con gli studenti Rrom è manchevole ed insultante, non in linea con i metodi pedagogici. Il mancato coinvolgimento degli studenti Rrom nelle lezioni, la loro sistemazione nei banchi in fondo alla classe è una mancanza di attenzione che sfocia nella discriminazione.

E' evidente la mancanza di asili d'infanzia nelle aree con popolazione Rrom, come è evidente la mancanza di supporto per gli asili che hanno bambini Rrom.

Il diritto ad essere registrati come cittadini della Repubblica d'Albania

La non registrazione dei bambini Rrom nei registri di base degli Uffici delle Risorse Vitali è frequentemente conseguenza delle barriere burocratiche e delle pratiche e delle procedure di registrazione, tenendo conto delle abilità e dello status economico e sociale della popolazione Rrom.

Il diritto al lavoro

La percentuale di disoccupazione tra i Rrom è molto più alta di quella di altre comunità.

Sono frequenti la non accettazione o i rifiuti cammuffati delle aziende quando la richiesta d'impiego viene dalla minoranza Rrom.

E' pure evidente la mancanza di supporto alle attività i cui soggetti sono Rrom.

Il diritto di Rappresentazione

La mancanza di rappresentazione dei membri della comunità Rrom è evidente non solo in Parlamento, ma anche a livello locale. Ovunque, nelle municipalità, nei comuni, in prefettura, nei distretti, nelle istituzioni del Sistema Giuridico, nella polizia, nelle forze armate, nelle istituzioni sanitarie come pure nelle istituzioni artistiche, scientifiche e culturali non si trovano Rrom.

La mancanza di un Codice Elettorale a base proporzionale lavora contro la possibilità di avere eletto un membro della minoranza Rrom, secondo cifre, percentuali e una reale rappresentazioni delle differenti comunità. Abbiamo lo stesso supporto legale che hanno i Rrom in altri paesi. Loro hanno rappresentanti nei parlamenti e nei governi locali e centrali.

Il diritto alla lingua Rrom

La caratterizzazione della minoranza Rrom come minoranza linguistica non è rispettata come sancito dalla Carta delle Minoranze Linguistiche Regionali. Un ruolo negativo è stato giocato dalla non inclusione del diritto di imparare la lingua rrom nella Strategia nazionale per la minoranza Rrom. La mancanza di insegnanti Rrom, capaci di insegnare la lingua, ha creato come un altro effetto negativo, moltiplicato dalla mancanza di appoggio per la progettazione e l'emissione di manuali in lingua rrom. Come pure l'assenza di programmi in lingua rrom nella televisione nazionale ha giocato un effetto negativo.

Il diritto all'informazione

I media, guidati dalla maggioranza, non hanno mai creato accesso alle problematiche e alla realtà rrom. Non si è mai offerto al pubblico la struttura della Strategia Nazionale per la minoranza Rrom. L'assenza di una presenza nei media, scritta o via radio, dei membri della comunità rrom ha portato a conseguenze negative. Il Consiglio Nazionale della Radio e della Televisione non ha mai fornito le licenze richieste, ha negato il diritto di questa minoranza, valutando la richiesta come non d'accordo con la legge attuale.

Pellumb Furtuna (Gimi)
Executive Director

Rromani Baxt Albania
Address: Rruga "Halit Bega", Nr. 28, Tirane
Telefon: 00 355 4 368 324
Fax: 00 355 4 368 324
E-mail: afurtuna@albaniaonline.net - Website: www.rromani. net