\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Aspettando il 25 aprile
Di Fabrizio (del 23/04/2007 @ 11:48:49, in conflitti, visitato 1809 volte)

La storia di Taro Debar, sinto partigiano.


Io ero (sono stato) tra i gagé fin da bambino. Il mio povero papa e la mia povera mamma morirono quando avevo quattro anni. Mi misero in mezzo alle suore ed ai preti; là feci le scuole. Rimasi fino quattordici anni con le suore e con i preti.

(Me ne) andai dopo un po' di tempo, avevo gia' sedici anni, andai a lavorare con (presso) dei signori del paese. Non avevo ancora diciotto anni, arrivarono la tre o quatto signori.

Vennero dal mio padrone e mi dicevano: "Abbiamo bisogno di te". Ed io dissi (risposi): "per cosa avete bisogno di me?" "Cerchiamo un ragazzo svelto che passi in mezzo ai tedeschi e che vada sulle montagne dove si trovano i .

[...]

Il testo completo in originale su O Vurdon (segue la versione in Sinto di Bella Ciao)