\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Clandestini a Bordo (dietro le quinte)
Di Fabrizio (del 04/10/2006 @ 08:50:53, in blog, visitato 1939 volte)

Ho chiesto ai giocatori di riassumere cosa è successo l'anno scorso.

Questo è il racconto di Stefano, che quando non gioca cura il blog Scacchierando:

Nel 2004 vivevo a Mitrovica, dove possedevo una casa. L'ho venduta in cambio di un passaggio in un "CV furgonato, poi un TIR, verso l'Italia in cerca di fortuna.
Passata la frontiera, vengo scaricato a Trieste dove mi rifugio in una casa abbandonata. Lì trovo dei muratori, lavoro con loro.
Poi mi nascondo grazie alla carta Piotr, ma con la scusa di un passaggio in questura lui ed altri loschi figuri mi riempiono di mazzate, mi tolgono tutti i documenti e i soldi, infine mi lasciano in stato confusionale a Verona.
Mi ritrovo in un pronto soccorso piantonato (e randellato) da un poliziotto. Vengo messo in isolamento. Piotr mi denuncia per furto ma in seguito, a sorpresa, mi "compra" dai poliziotti (che vogliono incastrare Ljiubisa) e mi trasferisce a Rimini.
Per forza di cose collaboro con Piotr il quale, col compito di scovare Ljiubisa assieme ad un suo tirapiedi, mi restituisce i soldi e mi fornisce una mitraglietta. "Tranquillizzo" il socio con una bevuta, "carichiamo" Nns sulla nostra Fiat Punto. Ci accorgiamo di essere seguiti da un'altra Punto, parte una sventagliata di mitaglietta che per fortuna non procura grossi danni: sono i figli adottivi di Nns! Il mio "socio" tramortisce il nostro accompagnatore e, visto che sta arrivando la stradale, ci dirigiamo verso la Bologna-Firenze. Arriviamo a Campi Bisenzio per trovare informazioni su Ljiubisa e la nonna...